Attrazioni Sultanieh


Il Sultano Mohammad Khodabaneh (Oljaitu), un Il-Khanid, governatore della Persia nel quattordicesimo secolo, spostò la capitale da Tabriz alla grande pianura di Sultanieh, venticinque miglia a sudest di Zanjan, oggi una provincia separata nel sudest dell’ Azarbaijan, facendo erigere qui, dal 1305 al 1313 D.C., una nuova città. I magnifici palazzi, moschee ed edifici pubblici, che così impressionarono gli ambasciatori stranieri alla Corte Mongola, non sono sopravissuti, ma la tomba di Oljaitu,una delle più belle realizzazioni dell’architettura Persiana, è rimasta in piedi, tra i papaveri che ricoprono, in primavera, pianura e colline del deserto con un tappeto di fiori rossi. La tomba fu riccamente abbellita da ornamenti eseguiti dai migliori artisti dell’epoca, ma Oljaitu non ritenne che fossero adatti ad un luogo sacro e così li fece ricoprire con malta che solamente oggi è stata con perizia rimossa.
 

 

------------